Il sito della nostra diocesi






servire i fratelli

38° Convegno Nazionale delle Caritas Diocesane

38° Convegno nazionale delle Caritas diocesane
Sacrofano (Roma), 18-21 aprile 2016

"Misericordiosi come il Padre. «Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso» (Lc 6,36)" è il titolo del 38° Convegno nazionale delle Caritas diocesane, che si svolge a Sacrofano (Roma), presso la “Fraterna Domus”, da lunedì 18 a giovedì 21 aprile 2016.

I momenti assembleari dl Convegno si possono seguire in diretta streaming attraverso questo link.

Il tema si ricollega direttamente al Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco perchè la misericordia è la parola chiave per indicare l’agire di Dio verso di noi e il nostro aprirci a quanti vivono nelle più disparate periferie esistenziali.

L'incontro delle 220 Caritas diocesane in Italia cade inoltre a 45 anni dalla nascita di Caritas Italiana, e farà un sintetico bilancio dell’impegno pastorale a servizio dei poveri e della Chiesa in Italia; orientarne il cammino futuro, alla luce delle tematiche legate all’esortazione apostolica Evangelii Gaudium, all’Anno giubilare, all’enciclica Laudato si’ e alle ulteriori indicazioni che Papa Francesco vorrà formulare. Giovedì 21 aprile il Convegno si concluderà in Vaticano con l’Udienza del Santo Padre, riservata esclusivamente ai partecipanti al Convegno.

PROGRAMMAa

LUNEDÌ 18 APRILE

16.00 | Preghiera di apertura

Saluti delle autorità

Prolusione
S.Em. Card. Francesco MONTENEGRO, presidente di Caritas Italiana

17.30 | Pausa

18.00 | "Inclusione sociale dei poveri: una priorità"
S.E. Mons. Nunzio GALANTINO, segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana

20.30 | Cena

MARTEDÌ 19 APRILE

08.00 | Preghiera e lectio
Rosalba MANES, consacrata Ordo Virginum e biblista, docente presso la Pontificia Università Gregoriana

09.00 | "Dopo la crisi, ricostruire un paese solidale"
Presiede: S.E. Mons. Carlo Roberto Maria REDAELLI, arcivescovo di Gorizia
Coordina: Francesco MARSICO, responsabile dell'Area nazionale di Caritas Italiana
Mauro MAGATTI, docente di Sociologia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore
Luigino BRUNI, docente di Economia politica presso l'Università Lumsa

Dibattito e confronto assembleare

12.30 | Pranzo

15.30 | Tavoli di confronto per il discernimento e la testimonianza

19.00 | Celebrazione eucaristica
S.Em. Card. Agostino VALLINI, vicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma e presidente della Conferenza Episcopale del Lazio

20.00 | Cena

MERCOLEDÌ 20 APRILE

08.00 | Preghiera e lectio
Rosalba MANES, consacrata Ordo Virginum e biblista, docente presso la Pontificia Università Gregoriana

09.00 | "Opere di una misericordia senza confini"
Presiede: S.E. Mons. Vincenzo Carmine OROFINO, vescovo di Tricarico
Coordina: Paolo BECCEGATO, responsabile dell'Area internazionale e vicedirettore di Caritas Italiana
S.Em. Card. Luis Antonio TAGLE, presidente di Caritas Internationalis
Testimonianza: Wael SULEIMAN, direttore di Caritas Giordania

12.30 | Pranzo

15.30 | Tavola rotonda "Comunicare la Misericordia"
Partecipano: Nico PERRONE (direttore dell’Agenzia DIRE), Marco GIUDICI (vicedirettore di Raidue), Lucia CAPUZZI (giornalista di "Avvenire"), Vincenzo MORGANTE (direttore della testata giornalistica regionale della Rai), Dario QUARTA (giornalista e autore, TV2000). Coordina: don Ivan MAFFEIS, sottosegretario della Conferenza Episcopale Italiana

18.00 | Sintesi del confronto in gruppi e orientamenti per un cammino comune
don Francesco SODDU, direttore di Caritas Italiana

19.00 | Celebrazione eucaristica
S.E. Mons. Romano ROSSI, vescovo di Civita Castellana

20.30 | Cena

GIOVEDÌ 21 APRILE

07.30 | Celebrazione eucaristica
S.Em. Card. Francesco MONTENEGRO, presidente di Caritas Italiana

09.30 | Partenza per Roma

12.00 | Udienza con il Santo Padre Papa Francesco

13.00 | Partenze

Comunicato n.6 14 Marzo 2016

Il 15 marzo 2016 è il quinto anno di guerra e distruzioni in Siria. Una catastrofe senza pari. Centinaia di migliaia di morti, quasi 5 milioni di rifugiati e 7 milioni di sfollati interni.
“Cacciati e rifiutati” è il titolo del dossier che Caritas Italiana pubblica proprio per riflettere sul dramma di questi uomini, donne e bambini, spesso rifiutati, come in Europa, o resi merce di scambio fra chi li accoglie e chi li non li vuole.
Ne emergono dati e testimonianze frutto di una ricerca sociologica sul campo, fra i rifugiati siriani accolti in Libano.
Caritas Italiana – grazie anche al contributo di un milione di euro del Comitato CEI 8 per mille - dall’inizio della crisi a tutto il 2015, ha risposto agli appelli di Caritas Siria e delle Caritas nazionali dei Paesi del Medio Oriente che hanno accolto i rifugiati (Giordania, Libano, Turchia, Grecia e Cipro), sostenendo interventi per un totale di 2.800.000 euro, dei quali oltre 1.200.000 nella sola Siria, in cui per il 2016 sono stati già messi a disposizione quasi 500.000 euro.
Si tratta quasi ovunque di programmi di assistenza di base, viveri, medicine, alloggi. In alcune zone è possibile sostenere le scuole, ma molto, troppo rimane ancora da fare, nonostante l’impegno degli operatori locali, in condizioni difficilissime.
Per tutti ricordiamo Elias Abiad, un giovane volontario di 22 anni che collaborava con Caritas Siria ad Aleppo, ucciso da una scheggia di mortaio lo scorso 13 febbraio.
Due gli appelli che Caritas Italiana lancia con questo dossier: il primo è per l’aiuto immediato. Tutti, a ogni livello di responsabilità, individuale, locale, nazionale e internazionale, devono rispondere. Non è accettabile che le stesse Nazioni Unite dicano che i finanziamenti per i rifugiati stanno diminuendo.
Il secondo appello è quello per la pace. È necessario insistere, chiedere, fare ”advocacy” a livello di governi e di istituzioni internazionali. Accanto ad ogni intervento di aiuto deve esserci la denuncia costante perché – come continua a ripetere papa Francesco - non ci si rassegni al “dramma dei profughi che fuggono da guerre e altre situazioni disumane” e si “apra la strada al dialogo e alla pace tanto desiderata”.
Dossier completo su www.caritas.it
00165 ROMA – via Aurelia, 796 – conto corrente postale n. 347013
tel. 06 661771 – fax 06 66177602
Ufficio Comunicazione: tel. 06 66177226 / 502 – mob. 348 5804275
comunicazione@caritas.it – www.caritas.it – @CaritasItaliana
lettera a chi crede nella famiglia

Caritas diocesana. Aperto a tutti il guardaroba “Peter Pan”

Napolitano incontra l'Alleanza contro povertà

VOLONTARIATO...


Un termine che sta scomparendo dal nostro vocabolario! Aiutaci a renderlo presente nel nostro territorio. Contatta la Caritas diocesana, caritasalifecaiazzo@libero.it, specifica l'esperienza che ti piacerebbe fare e/o quella particolarmente utile alla tua crescita. Indica il tuo nome cognome e un recapito per essere contattato.


 Ti ringraziamo per la tua sensibilità




  © 2006-2012 Diocesi Alife-Caiazzo